Menu Newsletter
 Iscriviti alla nostra newsletter!
email

Paolo Coletti, Gaetano Mollo
Dialogo tra un filosofo e un opinionista
 
Una nuova governance per il quotidiano

Isbn: 9788860749154
Pagine: 104
Anno di pubblicazione: 2017
Collana: LA RETE - Ricerca/Pedagogia

€ 8,00

C’è bisogno di una nuova governance in questo nostro Villaggio Globale, sempre più Società Liquida.


Chiariscimi meglio questo concetto, che mi sembra fondamentale. Che differenza c’è fa un modello piramidale e un modello a rete? Volersi dedicare ad amministrare un bene comune, richiede il “sentirsi in rete”. Sentirsi parte di un tutto, che va condiviso, regolato, amministrato, amato. Sentirsi parte di un sistema dove le persone e le relazioni umane siano al centro. Sentirsi in grado di coordinare un insieme dinamico e complesso, mettendoci razionalità ed emotività, equilibrio e coraggio, discernimento e decisionalità. Fino ad oggi ha prevalso il modello piramidale, verticale e formale, con una base dei lavoratori molto lontana dal vertice dei dirigenti e dei manager. Fra i vari livelli c’è poca comunicazione e cooperazione, e quindi poca condivisione e collaborazione. Nel “modello a rete”, invece, non ci sono rapporti solo verticali ma anche orizzontali. Al centro c’è chi coordina i vari settori di un ente, istituzione o azienda che sia. Si pensi a una scuola, un ospedale, una regione o un’università. In questo sistema relazionale – dove le persone vengono coinvolte e riconosciute in quanto tali – fra il centro e la periferia c’è comunicazione, riconoscimento e valorizzazione. Dalla condivisione la compartecipazione e dalla compartecipazione la corresponsabilità, pur diversamente, perché al centro la responsabilità è necessariamente maggiore.


Informazioni sugli autori
Paolo Coletti (Perugia 29/6/1962), di formazione poliedrica: diploma in “Informatica”, laurea in “Scienze politiche” e master in “Business Admnistration”. Lavora e ha lavorato in alcune delle principali aziende umbre. Da sempre, attento osservatore della realtà sociale e politica nazionale e internazionale, ha scritto editoriali in varie riviste umbre. Ha collaborato con Gaetano Mollo al libro Il leader etico.

Gaetano Mollo è professore ordinario di «Pedagogia generale» presso il Dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione dell’Università di Perugia. S’interessa dei problemi della formazione umana, dell’apprendimento morale e critico, dell’educazione ai valori e della comunicazione educativa, svolgendo anche conferenze e corsi di formazione e aggiornamento. È autore di circa trecento pubblicazioni – fra libri, saggi e articoli -, tra i quali: Educare alla soggettività (1981), Al di là dell’angoscia (1986), A scuola di valori (1988), La via del senso (1996), Il senso della formazione (2004), Voglia di essere (1998), in collaborazione con Ambra Gentile e Alessandro Trasimeni. Ha pubblicato anche un a fiaba per adulti, Ramoso (1994), illustrata da Paolo Lisandrelli ( premio “Il viaggio infinito e “San Valentino d’oro”), gli immaginari racconti del suo cane, Padrone (2009), illustrato da Francesca Greco ( premio Pegasus 2010) e un romanzo storico, Il sindaco (2011). È presidente del Comitato del Comune di Foligno per lo studio e la promozione del pensiero di Pietro Ubaldi, e ha pubblicato, in tale veste, molti articoli e il libro Pietro Ubaldi biosofo dell’evoluzione umana (2006). Conduce a Foligno, dal 2003, gli incontri dei “Giovedì di Pietro Ubaldi”, assieme a Luca Marzetti. È direttore della collana “La rete”, dell’Editrice Morlacchi, per i cui tipi sono usciti La conquista della coscienza (2001), L’arte dell’insegnamento (2001), Linee di pedagogia generale (2005), Padrone (2009), La civiltà della cooperazione (2012), Il leader etico (2016) e ha curato i volumi Etica delle relazioni (2007) e Relazione e cura (2008).

www.morlacchieditore.it 2014 | Tutti i diritti riservati
website: Attilio Scullari