Menu Newsletter
 Iscriviti alla nostra newsletter!
email

Luca Alici
Patire e potere
 
Politica e questione antropologica

Isbn: 9788860749109
Pagine: 240
Anno di pubblicazione: 2017
Collana: Zetema

€ 17,00

Nell’articolata fenomenologia della crisi che polarizza il dibattito contemporaneo, la riflessione etico-politica apre due ulteriori fronti problematici: da una parte, la tensione tra potere e politica, forse causa più che conseguenza del clima dominante di sfiducia; dall’altra, quella tra volontà e vulnerabilità, in cui si radicalizza un rigetto diffuso del limite. Il libro intende misurarsi con questo orizzonte complesso, che richiede un ripensamento del rapporto tra potere e politica, esplorato nella sua imprescindibile pertinenza etico-antropologica.
Se il potere non si riduce a scomodo protagonista del “lavoro sporco” della politica, ma è primariamente connessione tra un agire e un patire, occorre mettersi alla ricerca di un ordine della convivenza che non trascuri la vulnerabilità, che non ceda alla mera potenza, che riscopra nella fragilità la propria radice: non più un potere che chiede più potere, ma un potere che, tra prossimità e distanza, impara a cedere potere per essere davvero generativo.

Informazioni sull'autore
Luca Alici è ricercatore di Filosofia Politica presso l’Università di Perugia. Tra le sue pubblicazioni: Il paradosso dell’educatore, La Scuola 2014; Vademecum della democrazia (con R. Gatti e I. Vellani), Ave 2013; Fidarsi, Meudon 2012; Il diritto di punire, Morcelliana 2012; Il paradosso del potere, Vita e Pensiero 2007. Fa parte del comitato di direzione dell’annuario di studi filosofici «Anthropologica», del comitato scientifico della rivista internazionale «Critical hermeneutics», del comitato di redazione del sito della Società Italiana di Filosofia Politica (sifp.it) e della rivista «Cosmopolis».

www.morlacchieditore.it 2014 | Tutti i diritti riservati
website: Attilio Scullari